Dieta Macrobiotica: e tu, sei Yin o Yang?

Yin e Ynag

Con l’obiettivo di ri-equilibrare il benessere psicofisico, si ricorre spesso ai dettami della Dieta Macrobiotica che ricalca la dottrina zen mirata al raggiungimento della purificazione del corpo e alla selezione dei cibi Yin e Yang per liberare il potenziale del nostro corpo.

Il tutto ha inizio dalla dottrina taoista dello Yin e dello Yang. Il Taoismo è una filosofia cinese che si pone l’obiettivo di vivere in armonia con l’universo e la dicotomia Yin/Yang viene espressa attraverso il simbolo del Tao, rappresentazione degli opposti: maschio e femmina, giorno e notte, luce e buio.

Questa armonia bilanciata è alla base di uno stile di vita definito Zen suddiviso in Feng Shui per il posizionamento dell’arredamento all’interno di una casa e dieta macrobiotica per l’alimentazione.

Che cos’è la Dieta macrobiotica

Il termine (dal greco “macros”: grande e “bios”:vita) macrobiotica fu inizialmente utilizzato dal fisico tedesco C. W. Hufeland che, nel 1797, iniziò a parlare di un regime alimentare che avesse la capacità di allungare la vita. Il concetto fu poi approfondito dal filosofo giapponese G. Ohsawa il quale dettò le regole fondamentali di questa pratica alimentare basata sulle antiche regole cinesi e definendola come uno stile di vita che ha come scopo ultimo il raggiungimento dell’armonia con l’universo attraverso l’equilibrio psico-fisico.

La Dieta Macrobiotica non ha come scopo principale il dimagrimento ma l’eliminazione delle malattie prevenendole attraverso delle chiare e precise regole alimentari.

Partendo dall’approccio taoista, la Dieta Macrobiotica si basa sul concetto di espansione (Yang) e contrazione (Yin) espresse dal Tao e analizza i cibi tenendo in considerazione alcune caratteristiche peculiari:

  • posizione geografica: provenienza del cibo e rispetto della stagionalità;
  • forma, colore e densità;
  • composizione del cibo: in termini chimici e biochimici.

I 10 principi fondamentali della Dieta Macrobiotica

La Dieta macrobiotica si basa su alcune regole generali che vanno applicate durante la preparazione/selezione del pasto:

  1. Seguire la “bussola Yin Yang”;
  2. Utilizzare sale integrale;
  3. Ridurre al minimo il consume di carne;
  4. Consumare legumi e cereali integrali in chicco;
  5. Evitare gli zuccheri raffinati e di conseguenza i dolci;
  6. Rispettare la stagionalità per frutta e verdura;
  7. Utilizzare condimenti alternative e alghe;
  8. Consumare frutta di produzione locale;
  9. Acquisire l’abitudine di consumare zuppa di miso;
  10. Alternare il consumo di cereali, verdure e legumi.

Queste 10 regole vanno applicate considerando che il fabbisogno quotidiano andrebbe così suddivido:

  • 50% del fabbisogno quotidiano: creali integrali in chicco (miglio, riso, orzo);
  • 30% del fabbisogno quotidiano: verdure crude o cotte escludendo melanzane, patate e pomodori;
  • 10% del fabbisogno quotidiano: frutta;
  • 10% del fabbisogno quotidiano: proteine animali o vegetali.

Equilibrio

I cibi Yin, i cibi Yang e i cibi neutri

La Dieta Macrobiotica considera i cibi Yin debilitanti per l’organismo, consigliando quindi di limitarne il consumo, e i cibi Yang stimolatori dell’energia tonificante del corpo.

L’optimum consiste nello scegliere gli alimenti “naturalmente bilanciati”, che occupano la parte centrale della “bussola Yin Yang”, e abolire tutti i cibi sofisticati tra i quali inserisce anche il latte e i suoi derivati e il caffè.

CIBI YIN:

  • Medicine;
  • Droghe;
  • Cibo in scatola;
  • Super alcolici;
  • Bibite gassate;
  • Dolci;
  • Alcolici;
  • Tè nero e caffè;
  • Panna;
  • Olio spremuto a freddo;
  • Frutta tropicale;
  • Agrumi;
  • Frutti da clima temperato (frutti di bosco, mele, pesche, ecc ecc);
  • Latte e derivati;
  • Verdure solanacee (carciofi, asparagi, melanzane, peperoni, patate);
  • Tofu;
  • Verdure a foglia verde;

CIBI NATURALMENTE BILANCIATI:

  • Riso integrale (alimento maggiormente equilibrato)
  • Cavolo, cipolla, broccoli e zucca;
  • Radici (rape, zenzero, carote, ecc ecc);
  • Alghe;
  • Semi oleosi;
  • Legumi;
  • Cereali (mais, avena, orzo, grano);

CIBI YANG:

  • Miglio;
  • Grano saraceno;
  • Molluschi;
  • Pesci a carne bianca;
  • Pesci a carne rossa;
  • Carni bianche;
  • Formaggi stagionati;
  • Carni rosse;
  • Salumi;
  • Uova;
  • Miso, salsa di soia;
  • Sale

Questi alimenti non vanno analizzati con un approccio dualistico tipicamente occidentale (giusto/sbagliato – buono/cattivo) in quanto la filosofia cinesi prevede che Yin a Yang siano complementari. Lo stesso Tao è caratterizzato da un punto di colore opposto al centro del proprio nucleo, questo perché non si tratta di termini assoluti ma di due poli che contengono anche l’essenza del polo opposto.

Quindi, in base alla propria personalità, al fine di trovare il perfetto equilibrio, è necessario selezionare cibi Yin e cibi Yang che lentamente condurranno il nostro corpo verso quel concetto di complementarietà naturale.

Yin o Yang: le diverse personalità

Quando si parla di personalità Yin e Yang va, innanzitutto, specificato che le due personalità non sono completamente distinte in quanto ogni soggetto tende a interiorizzare peculiarità dell’una e dell’altro sempre in attuazione dello stesso concetto di complementarietà naturale.

E’ possibile fare un’autoanalisi con la quale tentare di individuare la propria categoria di appartenenza non restando delusi, però, di fronte alla possibilità di riconoscere in se stessi alcune caratteristiche Yin e altre Yang.

Temperamento Yin:

I tratti principali della personalità Yin possono essere sintetizzati nel concetto di pacatezza, riservatezza e relax. Si tratta di una personalità gentile, tranquilla e attraente. In questo tipo di temperamento, una dose di Yang evita manifestazioni depressive e pessimismo.

  • Fisionomia Yin: tracciando una linea al centro del viso, sarà visibile notare come tutti gli elementi divergono dalla linea. E’ possibile notare una fossetta sul naso o sul mento, avere occhi grandi e labbra carnose, notare una mascella arrotondata con zigomi delicati. E’ la fisionomia tipica degli originari delle zone temperate con latitudine tropicale o oceanica.
  • Professione Yin: il temperamento Yin predispone a tutte le attività mentali che includono l’insegnamento, la ricerca, lo studio e l’attività letteraria.
  • Bilanciamento con Yang: in virtù del ripetuto concetto di equilibrio, i soggetti Yin necessitano di una componente Yang per aumentare l’entusiasmo e la voglia di fare.
  • Caratteristiche principali: i soggetti Yin tendono ad avere una corporatura longilinea, capelli e occhi scuri, un atteggiamento collaborativo e una personalità rilassata ma anche rilassante, oltre ad essere dotati di grande intuito.

Cucina preferita: leggera

Elemento: campagna

Visione della vita: spirituale

Clima: caldo equatoriale

Sesso: femminile

Temperamento Yang:

I termini che caratterizzano questi soggetti sono azione, entusiasmo e senso di responsabilità. Si tratta di una personalità attiva, ardente e concentrata. In questo temperamento, una dose di Yin evita l’arroganza, l’impazienza e la competitività.

  • Fisionomia Yang: tracciando una linea al centro del viso, sarà visibile come tutti gli elementi convergono verso la linea. Sarà possibile notare occhi piccoli e vicini tra loro, naso piccolo, labbra sottili e zigomi pronunciati con mascella squadrata e viso allungato.
  • Professione Yang: il temperamento Yang predispone a tutte le attività pratiche quali le arti figurative, la meccanica, le attività militari e gli sport.
  • Bilanciamento con Yin: in base al concetto di equilibrio, i soggetti Yang necessitano della componente Yin per non cadere nell’impazienza e nell’intolleranza.
  • Caratteristiche principali: i soggetti Yang tendono ad avere una corporatura brevilinea, occhi e capelli chiari, un atteggiamento competitivo e una personalità concentrata con predisposizione al pratico e al razionale.

Cucina preferita: pesante e speziata

Elemento: città

Visione della vita: materialistica

Clima: freddo nordico

Sesso: maschile

In ognuno di noi è presente un pò di Yin e un pò di Yang, l’obiettivo unico deve essere solo il raggiungimento dell’equilibrio.

OFFERTA DI BENVENUTO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RICEVI IL 10% DI SCONTO SUL TUO PRIMO ORDINE!

Grazie per esserti iscritto, il tuo sconto è in arrivo!

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close